Il Gioco

Il gioco rappresenta una dimensione fondamentale dell’esperienza infantile: giocando, da soli e con gli altri, i bambini esplorano la realtà, sperimentano diverse possibilità di azione sul mondo fisico e sociale, maturano ed esercitano competenze, mettono alla prova le loro capacità, si misurano con gli altri e con le possibilità e i limiti dei diversi contesti/oggetti/materiali, provano sensazioni, esprimono ed elaborano emozioni e regole. La domanda su cosa sia veramente il gioco e quale significato sia da attribuire al giocattolo, sembra diventare sempre più difficile. Troppo facilmente il giocare viene scambiato con il puro e semplice essere occupato. Si è contenti, quando i bambini fanno qualche cosa e ci si chiede troppo poco sulle forze che vengono di volta in volta suscitate e chiamate ad agire nel bambino. 

Il significato del Gioco

Giocare per noi significa “essere nel processo”. Giocare è una faccenda seria per questo gli spazi e i materiali del nido (le sezioni, gli spazi comuni ma anche il giardino e le zone all’aperto) sono pensati per promuovere la libera scelta e l’autonoma organizzazione da parte dei bambini e quindi il piacere di fare, di concentrarsi e portare a termine un compito, per favorire e sostenere il gioco dei bambini in tutte le sue forme. Non è prevista una rigida programmazione di momenti e di proposte di gioco condotte dall’adulto che si pone piuttosto come osservatore e regista, con attenzione a modulare i suoi interventi di facilitazione, sostegno e mediazione delle relazioni e delle attività in cui i bambini sono impegnati sulla base di un’attenta osservazione dei loro bisogni e interessi; risponde alle loro richieste di relazione o attenzione, è a disposizione dei bambini, li osserva, se necessario presenta un gioco o media le relazioni tra i bambini.

Giocare .....

GIOCARE A TRAVASARE...
Per sperimentare liberamente le qualità dei diversi materiali e avere “scambi” di gioco con gli amici. Con farine, riso, crusca, pasta di diversi formati, acqua ...

GIOCARE A MANIPOLARE ...
Per sperimentare diverse sensazioni tattili. Per provare il piacere di pasticciare.
Con pasta di pane, farina bianca e gialla, sabbia, colori a dita, acqua e sapone, colla...

GIOCARE PER RILASSARSI...
Per gustare il piacere di farsi coccolare, chiacchierare nella tranquillità e creare momenti di rapporto individualizzato con chi si occupa di loro.
Per combinare le cose a loro disposizione, creando situazioni fantastiche e conferendone un significato.
Con scatole di forme, scatoloni, barattoli, carta di giornale, cubetti di legno, casette, lego, clip, dentelli e mollette…

IL GIOCO EURISTICO…
Per permettere una libera esplorazione e sperimentazione di riempire e svuotare contenitori di diverso materiale, favorendo il processo di classificazione.

Share by: